VILLA ADRIANA

adriana9

55km, 1h 15 minuti
Questo luogo merita una visita, perché rappresenta il massimo capolavoro dell’architettura romana antica. Conviene riservarsi una giornata, possibilmente non piovosa e non troppo calda, portarsi un pic-nic o fare pausa in un ristorante a pranzo, e visitare insieme la Villa d’Este. Villa Adriana fu una residenza reale extraurbana a partire dal II secolo: voluta dall’imperatore Adriano (76-138), si trova presso Tivoli (l’antica Tibur), oggi in provincia di Roma. Realizzata gradualmente nella prima metà del II secolo a pochi chilometri dall’antica Tibur, la struttura appare un ricco complesso di edifici estesi su una vasta area, che doveva coprire circa 120 ettari, in una zona ricca di fonti d’acqua. Nel 1999 Villa Adriana è stata dichiarata Patrimonio dell’umanita dall’Unesco. Amante dei viaggi e della cultura greca e appassionato di architettura, Adriano partecipò personalmente alla progettazione del complesso. Sorsero qui numerosi gruppi di costruzioni, disposti in modo apparentemente casuale e separati da ampi e lussureggianti giardini. Eccezionale era la ricchezza della decorazione architettonica e scultorea della villa, ancora in parte percepibile (malgrado le numerosissime spoliazioni, condotte a più riprese fin dai tempi più antichi).

La complessità della residenza, più che alle numerose sfaccettature della personalità di Adriano, fu dovuta alla necessità di soddisfare esigenze e funzioni diverse (residenziali, di rappresentanza, di servizio), oltre che all’andamento frastagliato del terreno; la magnificenza e l’articolazione delle costruzioni rispecchiano le idee innovative dell’imperatore in campo architettonico. Si afferma comunemente che egli volle riprodurre nella sua villa i luoghi e i monumenti che più lo avevano colpito durante i suoi viaggi nelle province dell’impero. In realtà gli edifici della villa presentano tutti i caratteri più innovativi dell’architettura romana del tempo.

back